Castellammare, il virus non ferma la solidarietà: nasce COndiVIDiamo

Castellammare – Nasce COndiVIDiamo, la piattaforma online in cui medici, infermieri e professionisti del territorio mettono a disposizione la propria competenza per i cittadini che ne hanno bisogno.

Un cordone di solidarietà, sostegno e generosità messo in campo da un gruppo di medici del territorio uniti dal desiderio di aiutare chi in queste ore sta vivendo momenti drammatici.

L’emergenza sanitaria che sta colpendo il nostro Paese sta generando anche una rapida ricaduta economica su quelle fasce di popolazione più deboli che, privi di ammortizzatori sociali, hanno difficoltà a far fronte alle spese alimentari e alle cure mediche.

È così che nasce la piattaforma, dalla sensibilità di un gruppo di amici medici che ha deciso di creare una rete di professionisti di vari settori che, ad oggi, conta su ben 42 disponibilità. Tra questi, 31 sono i medici che si offrono volontari per prestare assistenza sanitaria ai più bisognosi.

Come connettersi con la piattaforma COndiVIDiamo

La piattaforma, attraverso la quale avviene la gestione dei contatti, si sviluppa tramite l’app Telegram, al seguente canale: https://t.me/ServeAiuto_bot
Qui i cittadini avranno accesso all’elenco delle professionalità che si sono rese disponibili e potranno, nel pieno rispetto della privacy, richiedere consulenze mediche ma anche legali, tecniche, estetiche e così via.

Le altre iniziative solidali

E, intanto, in attesa di accedere ai sussidi statali, continua la raccolta alimentare promossa dal Comune di Castellammare di Stabia, che ha anche predisposto un conto corrente dedicato alla raccolta di beni di prima necessità.
Le coordinate del conto corrente sono le seguenti:
Intestatario: Comune di Castellammare di Stabia Fondo Emergenza Covid-19
IBAN: IT20N0514222100CC1016015617
BIC (per l’estero): BCPTITNNXXX

E chissà che l’epidemia non si vinca anche così: con la solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *