Castellammare, movida violenta: il Pd chiede la convocazione del consiglio comunale

“A pochi giorni dalla violenta aggressione subita da un autotrasportatore per futili motivi di viabilità, la città si ritrova a fare i conti con i fatti accaduti la scorsa sera. Le immagini che in queste ore inondano la rete mostrano scene di una crudeltà inaudita.” A scriverlo è il Partito Democratico di Castellammare di Stabia che, in una nota, esprime vicinanza umana e le proprie scuse all’autotrasportare ed al carabiniere ferito gravemente per sedare una rissa tra giovani balordi.

“Quando durante il congresso cittadino abbiamo denunciato che la nostra è diventata una città brutta e violenta, e oggi aggiungo- dichiara il segretario del Pd Peppe Giordano – fuori controllo dobbiamo tristemente dire che avevamo visto giusto. Più controlli, più presenza delle forze dell’ordine, sicuramente sono richieste indispensabili. Ma da sole queste non bastano. È giunto il momento che la politica, le istituzioni, la società civile e le parrocchie inizino seriamente a interrogarsi su che fare, assumendosi di fronte alla Città le proprie responsabilità. È tempo di dare risposte chiare, inclusive, che riportino la sicurezza sociale nella vita quotidiana di ciascuno e rispondano a un’esigenza di protezione.”

“L’inadeguatezza e l’insipienza dell’Amministrazione Cimmino sulla gestione della sicurezza e dell’ordine pubblico- si legge nella nota – sono terreno fertile per questi gruppi di giovani criminali. Castellammare è una città che chiede legalità, lavoro e un ordinato vivere civile. Non è possibile assistere inermi a scene del genere che molto spesso vedono coinvolti giovani e giovanissimi. Troppe fette di città sono diventate terra di nessuno. In questo vuoto la violenza, fine a se stessa, trova terreno fertile.”

Per questi motivi, il circolo dei stabiese chiede che venga convocato un Consiglio Comunale straordinario e urgente che unisca le forze politiche e sociali della città nell’affrontare questa situazione e trovare risposte concrete e di facile attuazione. “La situazione è talmente seria che non c’è tempo da perdere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *