Ammore scugnizzo di Enzo Ciniglio

Di Emilio Vittozzi

VINCENZO CINIGLIO
“ammore scugnizzo”

Lunedì 12 aprile 2021, casualmente, incontro in Via della Maddalena a Napoli Vincenzo Ciniglio, un libero professionista di Ottaviano che conosco come Portavoce del gruppo Facebook “No al taglio dei treni della Circumvesuviana!”.
So che è un “pendolare” piuttosto battagliero, organizzatore di iniziative per il miglioramento di quella che è la peggiore ferrovia d’Italia: la gloriosa ex Circumvesuviana.
So che sta aspettando, con ansia, l’uscita del suo libro intitolato “La vita dalla porta principale”, prevista per la fine del mese di aprile, che vorrebbe presentare (anche) al Cral Circumvesuviana.
Credo, da quanto ho capito, che sarà un gran bell’opera e che sarà un vero e proprio piacere presentare…
Nel frattempo, da un borsone a tracollo, tira fuori una copia di “ammore scugnizzo”, un suo libro di 41 poesie in Italiano, 49 in Lingua Napoletana, 3 in Italiano-Napoletano, stampato dall’Officina d’Arti Grafiche di Carmine Cervone sita in Strada dell’Anticaglia n.12 a Napoli.
E’ un libricino di 119 pagine dedicato “a chi me ffa cumpagnia annascuso mieze ‘e stelle”, delicatissimo, gradevolissimo, che induce il lettore a riflessioni personali, intime, grazie a poesie veramente importanti in questo periodo mondiale di “asocialità”, di “bruttezza”, di “chiusura”.
7 – 8 – 10 – 30 – 68: no, non è una quintina da giocare sulla ruota di Napoli (ma chi vuole può liberamente farlo…). Sono, invece, le poesie che mi hanno particolarmente colpito: “Che bella…”, “Oltre le sbarre”, “Punti sospensivi”, “Sfumature”, “Comm’’e cerase”.
Non manca un “ricordo” a chi ha pagato con la vita il suo impegno per un mondo migliore: “Mimmo è vivo” (pag.111) dedicata al Medico Mimmo Beneventano, Consigliere Comunale Comunista di Ottaviano, ucciso il 7 novembre 1980 dalla Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo proprio per essersi schierato, con i fatti e non a parole, contro la malavita organizzata.
D’altronde l’impegno di Enzo Ciniglio con il suo comitato è noto a tutti: tutto profuso per un cambiamento del Trasporto Pubblico Locale che ora si chiama EAV.
Enzo ha messo molto, credo tutto, di sé in una sorta di analisi quasi dinnanzi ad uno specchio, che riflette e deforma…
Io ne consiglio l’attenta lettura.
Parola di Emilio Vittozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *