TUTTO VAURO

di EMILIO VITTOZZI

Lo dico subito: il mio vignettista preferito è Sergio Staino, alias Bobo!
Ma non posso non apprezzare, ed anche molto, Vauro Senesi, Pistoiese di 66 anni.
In passato ha collaborato con “Il Male”, “Cuore”, “Boxer”, “Linus”, “Smemoranda”, “Nigrizia”, “il Manifesto”, “il fatto quotidiano”, “Servizio Pubblico”, “Anno Zero”.
In queste 586 pagine c’è tutto Vauro, famosissimo per prendere per i fondelli il Potere in ogni sua forma, sfidando conformismi e querele; questa monumentale antologia fa suscitare nel lettore indignazione e riflessione. Cosa non da poco di questi tempi tanto superficiali.
Fra gli altri, in queste pagine, Renzi, Monti, Grillo, Berlusconi, Bossi, De Mita, Craxi, Andreotti, Napolitano, Cossiga, Mattarella, Fornero, Alfano, Casini, Occhetto, Prodi, D’Alema, Reagan, Gorbaciov, Merkel, papa Wojtylia, Padre Francesco.
Le 1.300 vignette sono esaustive nonostante il tempo trascorso dalla loro nascita; su tutte tre, in particolare, mi hanno colpito: Renzi, in versione Attila, che afferma “Dove passo io non crescerà più sinistra!” – Angela Merkel, la “culona inchiavabile” che ride di Berlusconi: “Mi fa il solletico!” mentre il Premier di Forza Italia la sodomizza – “Il Pornostato” – Patonza da Volpedo – ripresa in copertina a colori.
La lettura di quest’opera lascia un sorriso sulle labbra, mentre le televisioni e i giornali narrano della pandemia da Covid 19 con tutte le nefaste conseguenze, economiche e non solo…
Si, da leggere, con convinzione, per trascorrere un po’ di tempo senza angosciarsi.

“TUTTO VAURO”
– con oltre 1.300 vignette –
PIEMME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *