Gabriella Di Capua, la voce jazz che canta stabiese

Castellammare e l’arte, un connubio che da secoli vede la Città delle Acque dare i natali a tanti artisti. L’ultima, in ordine di tempo, risponde al nome di Gabriella Di Capua. Classe 1994, figlia del pianista Giuseppe Di Capua, da tempo ha iniziato ad affermarsi nel panorama nazionale come una delle più interessanti voci jazz emergenti. Già due singoli per lei, Saka e Nature Boy, di cui ha curato anche la regia, ed un mare di progetti in cantiere.

La cantante si è raccontata in esclusiva ai microfoni di StabiaPost.it in un’intervista a tutto tondo. Ecco le sue parole.

Gli inizi – “La mia prima esibizione risale a quando avevo soli 3 anni e cantai come solista per un brano con il coro di mio padre nella Cattedrale di Castellammare. È stato proprio lui il primo a cogliere la possibilità di farne una carriera. Ho iniziato a cantare seriamente intorno ai 16/17 anni”.

Figlia d’arte – “Sicuramente ha inciso tantissimo, visto che è stato mio padre a “scoprirmi” (ride ndr.). Sin dalla pancia di mia madre, inoltre, ha iniziato a formarmi musicalmente ed ancora oggi è essenziale per me essere una cosiddetta figlia d’arte”.

La formazione professionale – “Subito dopo il liceo ho iniziato il conservatorio per studiare jazz. La vera formazione, però, è avvenuta e sta avvenendo sul palco e in tutte le situazioni dove ho avuto l’opportunità di esibirmi. Lo studio è ancora lungo e arduo e, spero, di non considerarmi mai “arrivata” e di continuare a studiare e crescere sempre, anche in età avanzata”.

Esperienza lontano da casa – “L’esperienza fuori può essere di vitale importanza, ma non indispensabile. Non è necessario dover cercare altrove quello che già dovresti avere dentro, ma il luogo dove vivi influisce sicuramente per quanto riguarda le possibilità di esibirsi e gli eventi che coinvolgono gli artisti. Per me, quella a Milano, è stata un’esperienza positiva, ma ho sempre cercato anche di esser molto presente qui a Castellammare, così da restare nell’ambiente campano, che è quello da cui provengo”.

La nascita delle canzoniGabriella Di Capua“Avviene in vari modi. A volte nasce prima la melodia e poi tutto il resto, altre volte nasce dapprima il testo. Per me, però, gli accordi e la base del brano sono tutto perché è da lì che si crea l’ambiente per le storie che racconto, che comunque sono ispirate dalla mia esperienza personale”.

Artisti di riferimento – “Troppi! (Ride ndr.) Tutti i grandi della storia hanno vissuto delle vite che mi piacerebbe vivere, mentre faccio difficoltà ad identificarne uno tra gli artisti moderno”.

Non solo canto, Gabriella Di Capua artista a tutto tondo – “L’arte è fatta di varie forme e da sempre mi piace esplorarne le varie categorie, compresa quella del video making. L’ho sempre trovata interessante e dal potere immenso grazie all’unione tra immagini e musica. Un’esperienza indimenticabile che non vedo l’ora di rifare”.

Le novità in arrivo – “Il 24/04 uscirà “Changes” il terzo singolo estratto dal mio album in uscita “In the night” e poi, appunto, dovrebbe finalmente uscire questo disco per intero. La sua pubblicazione doveva avvenire proprio in questi giorni, poi a causa di questa emergenza siamo stati costretti a posticipare il tutto. C’erano già diversi eventi di presentazione tra Napoli e Milano ma adesso non ho idea di cosa accadrà. Per il momento uscirà “Changes”, sperando di riuscire presto a riprenderci le nostre vite, tornando alla normalità”.

La redazione di StabiaPost.it ringrazia Gabriella Di Capua per la cortesia e disponibilità.
avatar

Antonio Di Martino

Nato a Castellammare di Stabia. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania, dal 2015 inizio il mio percorso di collaborazione con diverse testate giornalistiche e radiofoniche. Dal 2019 sono direttore di ZonaCalcio.net e dal 2020 collaboro con StabiaPost.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *