Castellammare, elezioni regionali: il tour di “Terra” nei luoghi della devastazione ambientale

Castellammare – Continua il tour di TERRA, la nuova formazione civica-ambientalista della Sinistra campana, lungo i luoghi della devastazione ambientale. Questa volta fa tappa a Castellammare lungo il bacino del fiume Sarno.

“Aria fetida, scarichi di reflui domestici ed industriali nei luoghi che potrebbero essere tra i più belli della nostra regione.” Fanelli e Saltalamacchia, i due candidati co-presidenti, commentano così il proprio sopralluogo sul fiume che detiene il primato europeo per tasso di inquinamento.

Dopo Sant’Antimo e le fonderie Pisano è toccato a Castellammare e Nocera, luoghi simbolo dell’inquinamento in Campania.
“Questo è quello che vogliamo far emergere – affermano i due candidati – : da un lato gli scempi ambientali che da troppi anni si consumano in regione Campania e rispetto ai quali non possiamo più far finta di niente, dall’altro le grandi opportunità in termini di sviluppo che potrebbero scaturire da una riqualificazione ambientale radicale.” Insieme a loro, il consigliere comunale Tonino Scala, da sempre in prima linea a difesa dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *