Castellammare, il consigliere Scala: “Sindaco, l’Eav ti ha fatto fesso”

Non si fermano le polemiche relative alla mancata riapertuta della stazione Terme della Circum. La decisione della dirigenza Eav ha suscitato una dura reazione del Sindaco Gaetano Cimmino a cui ha fatto seguito una nota del consigliere di opposizione Tonino Scala.

Il comunicato di Scala (LeU)

Il sindaco della mia città ha una precisione nell’intervenire, e comprendere, in ritardo, ciò che accade, che mi fa da un lato rabbia, dall’altro tenerezza.
È successo in queste ore, per l’ennesima volta, con la Circumvesuviana.
Prima il Primo Cittadino coinvolge la sua maggioranza, i suoi consiglieri comunali, che si inalberano quando dico che alzano la mano, nel votare con superficialità un progetto, come quel del traforo di Varano, che al di là dell’intervento in sé è fallimentare perché cancella tutti gli agi e i ristori per la città stessa, sostenendo, in aula, come se fosse una conquista sua quella della riapertura della Stazione delle Terme.
Una discussione che vide i soliti interventi delle opposizioni, la mia contrarietà, il mio voto contrario e un’alzata di mano collettiva senza una discussione seria che non andava fatta solo in aula, era ed è un progetto troppo importante.
Poi, come spesso accade, si accorge, lui, il Primo cittadino, che… “è stato fatto fesso” e interviene quando ormai è troppo tardi.
Sì, il sindaco, la sua maggioranza sono stati “fatti fessi” dall’EAV e con loro, l’intera città.
Dire anche in questa circostanza lo avevo detto serve a ben poco e lascia l’amaro in bocca.
Sindaco intervieni lì dove è ancora possibile.
Fallo presto. La fermata delle Terme è troppo importante per la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *