Salvini e Meloni in piazza a Roma: corteo senza regole e distanziamenti

Maxi assembramenti, selfie, sfilate e nessun distanziamento.
Doveva essere una manifestazione simbolica e ordinata in occasione della Festa della Repubblica. Ma così non è stato. E tra un “Conte vaffa…..” e “elezioni, dimissioni, libertà” è diventata l’occasione per manifestare contro il governo in spregio ad ogni misura di sicurezza e di buonsenso.
Durante la manifestazione del centrodestra, Matteo Salvini ha sfilato al fianco di Giorgia Meloni e Antonio Tajani indossando una mascherina tricolore. Centinaia di persone ammassate, molte delle quali senza mascherina, hanno percorso il centro di Roma partendo da Piazza del Popolo verso via del Corso. Il leader della Lega non si è sottratto ai selfie con i manifestanti e, in più di un’occasione e durante le interviste, ha abbassato la mascherina al livello del mento, tenendo così scoperti naso e bocca.

Comportamenti che hanno destato l’attenzione di diversi rappresentanti politici e dell’opinione pubblica in genere. Non sono mancate di certo le polemiche. “Irresponsabili, questo sono Salvini e Meloni che chiamano in piazza qualche centinaio di persone, ammassate. È l’idea di Paese che hanno, senza tutele, senza protezione, senza responsabilità. Poi mi raccomando, in Parlamento continuate con retorica su vittime” scrive Nicola Fratoianni su Twitter.

E, ancora, c’è stato chi ha ricordato il tweet di 7 anni fa in cui Matteo Salvini “respingeva” fermamente la Festa della Repubblica mentre oggi polemizza per non aver avuto l’autorizzazione a deporre una corona all’altare della Patria.

Tanti altri hanno ribadito che non ci sarebbe stato nessun 2 Giugno senza un 25 Aprile.

Intanto, nelle stesse ore, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto visita ai Sindaci del Lodigiano e da Codogno, dove è stato individuato il primo paziente affetto da Covid, ha ribadito i valori della Costituzione, ricordando i tanti italiani morti per il Coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *