San Leonardo, Scala: “Meno cabaret più fatti. Sindaco, non abbiamo tempo”

La situazione legata al Covid19, e all’emergenza sanitaria mondiale, rischia di assumere connotati ancor più tragici di quelli avuti fino ad ora, specialmente a Castellammare di Stabia. A denunciare la situazione ormai insostenibile dell’Ospedale San Leonardo sono i sindacati che, avvisano, a breve “l’operatore sanitario sarà costretto a scegliere chi potrà assistere tra i poveri ammalati colpiti dal virus Covid-19”. Una prospettiva spaventosa, richiamata anche dal Consigliere Tonino Scala che chiede “meno cabaret più fatti“, con un chiaro riferimento a Vincenzo De Luca, e invita il Sindaco Gaetano Cimmino a fare la sua parte affinché non si arrivi a realizzare lo scenario paventato dai sindacati.

Ecco le parole di Scala

Medici, operatori sanitari, sindacati tra cui la Fials denunciano lo stato dell’arte dell’Ospedale San Leonardo di Castellammare. “Se si continua così, l’operatore sanitario sarà costretto a scegliere chi potrà assistere tra i poveri ammalati colpiti dal virus Covid-19”. Parole pesanti, gravi che meritano di essere ascoltate. Bisogna intervenire ora e subito provando a recuperare, so che è difficile ma bisogna provare a farlo, il tempo perso. Troppi i tagli che il governo regionale ha imposto negli ultimi dieci anni. È una sfida contro tempo che va fatta. Le chiacchiere, il voler colpevolizzare il cittadino senza un intervento oculato che vada nella direzione richiesta, sarebbe da irresponsabili. Servono meno parole, meno cabaret più fatti. Chi può faccia. Ora e subito. Il sindaco in quanto prima autorità sanitaria presente sul territorio, nell’esercito delle sue funzioni faccia la sua parte. Non abbiamo tempo.

avatar

Antonio Di Martino

Nato a Castellammare di Stabia. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania, dal 2015 inizio il mio percorso di collaborazione con diverse testate giornalistiche e radiofoniche. Dal 2019 sono direttore di ZonaCalcio.net e dal 2020 collaboro con StabiaPost.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *