Tonino Scala: “Svenduto un patrimonio della città. Sono indignato”

Dopo la vendita, all’asta, del parcheggio in viale delle Puglie per 460 mila euro, non tarda ad arrivare la reazione delle varie parti politiche. Alla soddisfazione di Vincenzo Sica, commissario liquidatore della Sint, si oppone Tonino Scala, consigliere comunale di LeU.

Le parole di Tonino Scala

“Due anni di annunci per svendere un pezzo di patrimonio della Sint. Dopo due anni di annunci, di incontri romani, di visite da parte di francesi napoletani, di rilancio a parole, di bandi fasulli di fiumi di parole gettate al vento l’unica cosa prodotta al momento è la svendita per soli 400mila euro di un bene strategico non solo per il patrimonio della Sint, ma della città.

Un parcheggio in una città senza parcheggi che con stima del comune di un milione di euro viene svenduto nonostante lo stesso procurasse una rendita e non era infruttuoso. Dire che lo avevamo preannunciato sia all’atto dell’insediamento che nelle discussioni che abbiamo procurato in aula chiedendole, sia contrastando e annunciando un percorso che altro non è che la svendita del patrimonio termale messo ai saldi e al soldo di chi ha come unico scopo quello di fare affari.

Ma se fosse stato patrimonio disponibile della maggioranza che governa la città, si sarebbero comportati allo stesso modo? Intanto oltre agli annunci e all’impegno preso in aula per riapertura delle terme nel 2019 da parte del Sindaco, siamo nel 2020 a stagione iniziata anche se slittata causa covid, e si brancola al buio.

Ne riparleremo nel 2021? Resto basito e indignato delle tante chiacchiere che producono solo svendite di beni preziosi”.

Tonino Scala – LeU Stabia

avatar

Antonio Di Martino

Nato a Castellammare di Stabia. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania, dal 2015 inizio il mio percorso di collaborazione con diverse testate giornalistiche e radiofoniche. Dal 2019 sono direttore di ZonaCalcio.net e dal 2020 collaboro con StabiaPost.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *