“Artisti del Panettone”, l’evento Sky a trazione… campana

Quando si pensa al panettone, in genere, l’associazione automatica è con la Lombardia, terra d’origine del dolce natalizio più famoso e venduto d’Italia. Una prelibatezza che da sempre trova posto nelle nostre case, che col tempo ha saputo evolversi, così da accontentare tutti, presentandosi in tante forme diverse da quello classico mandorlato con canditi a quello al pistacchio, ma che in fondo non è cambiato mai.

Un dolce, dicevamo, della tradizione lombarda che nei secoli si è ritagliato un posto importante in tutta la penisola, con ogni terra che ha creato la sua variante con i gusti tipici della zona, che ha portato ad una sana e gustosa competizione tra tutti i pasticceri d’Italia all’evento “Artisti del Panettone”, giunto quest’anno alla sua terza edizione.

Un appuntamento fisso, andato in onda su Sky, che ha visto come presentatore e “padrone di casa” il maestro pasticcere Sal de Riso, vincitore della precedente edizione, che ha ospitato nella “sua” cucina la gara tra i 12 artisti del panettone più conosciuti del territorio nazionale. A trionfare Vincenzo Santoro della Pasticceria Martesana Milano, posizionatosi davanti a Luigi Biasetto e Mattia Premoli, rispettivamente secondo e terzo classificato.

Durante l’evento è stata premiata anche Carmen Vecchione, della pasticceria Dolciarte di Avellino, con un riconoscimento speciale del Consorzio per la tutela dell’Asti Spumante e del Moscato d’Asti Docg, in quanto simbolo di un nuovo modo di fare pasticceria, improntato sui valori della qualità, del rigore e della creatività. Premio speciale Hausbrandt per il lucano Vincenzo Tiri, ricevuto per il percorso di assoluta eccellenza compiuto nel settore dei lievitati.

“Artisti del Panettone” a trazione campana

L’evento, organizzato in collaborazione con Apci – Associazione Professionale Cuochi Italiani, MNcomm e le associazioni aderenti alla Confcommercio milanese, oltre alla conduzione del maestro Sal de Riso (Minori, Salerno) e alla partecipazione della già citata Carmen Vecchione, di Avellino, ha visto la presenza anche di Giuseppe Pepe, di Pepe Mastro Dolciere di Sant’Egidio del Monte Albino, storico e rinomato marchio della pasticceria campana.

A loro si è affiancato un partner di eccezione: Artecarta Italia, azienda leader nel settore del Packaging per pasticceria, che da anni fa da prezioso involucro ai dolci più buoni d’Italia. Una realtà, questa di Artecarta, tutta campana e dalla forte storia. La notte tra il 13 e 14 novembre di tre anni fa, infatti, un incendio doloso bruciò interamente la fabbrica che dava lavoro ad oltre 50 famiglie. L’azienda, dopo il tragico evento, grazie all’impegno della proprietà, nella figura del compianto Alfonso Cascone e dei figli Luciano, Raffaele ed Emiliano, e dei suoi dipendenti, ha saputo riprendersi contando soltanto sulla propria forza di volontà, con fatica e con determinazione, riportandosi ai vertici del Packaging italiano. Molti degli artisti in gara, e diversi tra i grandi marchi di pasticceria italiani, infatti, utilizzano i loro prodotti per le loro “opere d’arte”.

avatar

Antonio Di Martino

Nato a Castellammare di Stabia. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania, dal 2015 inizio il mio percorso di collaborazione con diverse testate giornalistiche e radiofoniche. Dal 2019 sono direttore di ZonaCalcio.net e dal 2020 collaboro con StabiaPost.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *